top of page
  • Immagine del redattoreseimaistato

Un cielo stellato

Normandia, Francia, dicembre 2021


Eravamo partiti da Bruxelles con Gisella, la mitica auto a noleggio che ha assecondato ogni decisione - pianificata o dell’ultimo minuto - per esplorare in lungo e in largo la Normandia, in quei freschetti primi giorni di Dicembre.


Questa regione a nord della Francia ha sorpreso tutti e tre per i suoi paesaggi mozzafiato, il suo cibo squisito, e il pesantissimo bagaglio storico che porta sulle spalle.


Ci spostavamo di continuo da un alloggio all’altro, ed eravamo tutti molto entusiasti di recarci all'ultimo alloggio, la casa di Tina e Martin. Una casa coloniale che risale al 1871 che hanno ristrutturato a loro piacimento. Martin è stata l'unica persona che ci ha risposto in inglese in tutto il viaggio.


Ci ritroviamo a Lonlay-l’Abbaye, un paesino di 1000 abitanti nel cuore della Normandia, per noi luogo perfetto per l’ultima tappa del viaggio: Mont Saint Michel. Sapevamo di non essere vicino al centro abitato, ma non pensavamo di essere così…in mezzo al nulla. Parcheggiata Gisella, ci accoglie un cagnolone scodinzolante insieme a Martin, che - sorpresa sorpresa - ci svela di essere un commercialista inglese che segue i suoi clienti da remoto per potersi dedicare al giardinaggio e alle varie attività nella proprietà. Un personaggio gentilissimo, con una storia davvero interessante. Ci mostra la dépendance, la nostra casa per quei due giorni, ed è onestamente uno degli alloggi che ricordiamo con più affetto. Il motivo?


Quella sera avevamo preparato una charcuterie con salame e formaggio e un piatto di pasta al ragù, accompagnati da un buon vino rosso, qualche partita a Scarabeo e tante, tante risate. Ad un certo punto ci viene la brillante idea di uscire in giardino perché “magari si vedono bene le stelle, ti immagini?”.


Abbiamo visto uno dei cieli stellati più spettacolari di sempre: eravamo così isolati da non avere inquinamento luminoso attorno a noi, solo il buio più totale… e la via Lattea non ci ha pensato due volte a palesarsi in tutto il suo splendore. Si gelava, ma abbiamo passato un’ora buona a cercare il carro, cassiopea, la stella polare, l’orsa, gli aerei, gli alieni, la vita.


Tre amici, un cielo stellato, ed era più che sufficiente così: non potevamo desiderare altro.

Dai un occhio all'alloggio di Martin e Tina su airbnb! https://www.airbnb.it/rooms/974471115524605820?source_impression_id=p3_1697968329_0PgHS8TDXkgcv5a9


Gisella e la crew

On the road

La dépendance

Clima normanno, a dicembre

Game night

Non rende, ma era incredibile

Mont Saint Michel, a dicembre



22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page
Privacy Policy