top of page
  • Immagine del redattoreChiara

Due Italiani, due Svedesi e un Balinese, salgono su un vulcano

Bali, Indonesia - Settembre 2023


Tutto comincia con un driver in ritardo, due svedesi in camicia a maniche corte e le pendici di un vulcano. 

Guardo l'orologio, è l'una di notte, abbiamo appena finito di vedere il film "Prova a prendermi" e ci rendiamo ufficialmente conto che non abbiamo dormito e che è inutile farlo visto che mezz'ora dopo la sveglia ci avrebbe ricordato il nostro appuntamento notturno. Avevo concordato col driver che alle 2:00 sarebbe passato a prenderci per portarci al punto di incontro stabilito, ma alle 2:30 ancora nessuna traccia. 2:40 Rudi mi chiama con la voce ancora assonnata dicendo di essere in ritardo. Dopo mille scuse scopriamo che avremo due compagne di avventura, due ragazze svedesi che ci accolgono con un tenuta composta da una camicia a maniche corte e pantaloni lunghi tipo "afghani" in cotone, io avevo già freddo. Una volta al completo partiamo alla velocità di 90km/h alla volta del Monte Batur, il secondo vulcano ancora attivo dell'isola di Bali che, "con la sua altezza di più di 1700m, è il meno faticoso da raggiungere" o almeno così avevamo letto nelle guide. 

Dopo 1 ora e mezza di tragitto (per il nostro autista 45 minuti), iniziamo a vedere il nostro obiettivo, sul fianco del vulcano si intravedono delle lucine. La nostra guida ci aspetta con 4 bastoni, 4 torce in mano e un sorriso a 32 denti, almeno uno tra noi è completamente sveglio alle 3 di mattina. Iniziamo la salita del monte che ha eruttato l’ultima volta 23 anni fa, la nostra guida ci scandisce come fosse un mantra le parole “piano piano” in Indonesiano, lo fa perché la salita è particolarmente in pendenza, ci spiega che ci sarà un pezzo più in piano e poi l’ultimo tratto per un totale di 700m di dislivello con l’80% di pendenza. È buio, il terreno è scosceso e cedevole essendo pietra lavica, ogni due passi si scivola di uno, il vento delle 4 di mattina sferza violento facendo sentire freddo. Dopo due ore di camminata mi giro e le prime luci dell’alba stanno sostituendo le mille stelle che si vedevano, manca poco. Ore 5:00 arrivati in cima, lo spettacolo che ci si presenta davanti è condiviso con tutti gli altri presenti ed è la cosa più bella che potessimo immaginare, le uniche parole che escono sono: Bali, sei stupenda.


Chiara


Bali Vulcano
La salita al buio
Alba sul vulcano a Bali
Le prime luci del giorno
Bali vulcano
Quasi in cima
Bali vulcano
"Bali, sei stupenda"
Bali vulcano


58 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page
Privacy Policy